Evacuatori di fumo e calore

Controllo e manutenzione

 

Gli evacuatori di fumo e calore, sono dei dispositivi di ventilazione antincendio, grazie ai quali si assicura la fuoriuscita del fumo e del calore. La normativa di protezione dagli incendi prevede che gli edifici, sopratutto quelli dove può essere presente un’alta concentrazione di persone, siano dotati, di solito nella loro parte sommitale, di dispositivi denominati EFC, che si aprano in maniera repentina in caso d’incendio. Essi devono essere progettati, costruiti e certificati in base alla norma UNI 9494, in modo da garantire la loro efficienza nelle condizioni critiche che si verificano durante un incendio. Gli EFC sono dispositivi fondamentali per evitare eventuali danni provocati da un incendio. La presenza di questi dispositivi, garantisce e facilita lo sfollamento di quanti presenti, oltre a facilitare gli interventi di soccorso da parte dei Vigili del Fuoco. Quindi è importante che si aprano velocemente. Per garantire ciò è basilare che venga svolta una manutenzione programmata come richiesto proprio dalla normativa UNI 9494-3/2014

Fasi della manutenzione semestrale programmata

 

  • controllo della documentazione progettuale
  • controllo della marcatura CE obbligatoria
  • controllo visivo e pulizia
  • verifica del dispositivo di apertura
  • controllo visivo delle fialette termofusibili
  • pesatura delle bomboline di Co2
  • verifica dello stato della valvola e accessori
  • lubrificazione degli organi in movimento
  • controllo circuiti elettrici
  • prova di apertura e di chiusura
  • controllo funzionalità dell’intero sistema con il corretto e coerente funzionamento di ogni
    suo componente rispetto ad un ciclo di attivazione definito in progetto. La prova è eseguita a rotazione su una percentuale che garantisca che tutto il sistema sia verificato nell’arco di 4 anni.
  • compilazione rapportino di intervento
  • compilazione del registro dei controlli